Lunedì, 04 Febbraio 2019 15:03

HOT SPOT MAPPING

Il servizio Copernicus Global Land – High Resolution Hot Spot Mapping fa parte delle iniziative Land Cover and Land Cover Change (LC/LCC). L’obiettivo principale è l’implementazione di una catena di processamento per la mappatura della copertura del suolo e dei cambiamenti di copertura del suolo per alcune aree di interesse (hot spot) principalmente situate nel continente africano. Le mappe prodotte si baseranno su approccio FAO-LCCS. La catena di processamento prevede alcuni passi fondamentali per la produzione delle mappe quali: la selezione dei dati in input (dati satellitari) le cuicaratteristiche variano in funzione della zone di interesse, della scala/risoluzione del prodotto e delle classi di interesse; ilpre-processing dei dati che deve essere automatico, robusto e flessibile per essere adattato a diversi tipi di dati di Osservazione della Terra (OT);  la classificazione automatica per il livello più generale delle classi di copertura del suolo (LCCS-classificazione dicotomica); l’ispezione visiva e la fotointerpretazione dei prodotti finali per raggiungere la massima accuratezza geometrica e tematica; il controllo di qualità interno della catena stessa di produzione e dei prodotti finali per verificare l’accuratezza geometrica e tematica. Il Consorzio è guidato da e-Geos con Ithaca e Telespazio Iberica come partners. CNR-IREA, Exelis, ISPRA e un esperto LCCS, saranno sotto-contraenti. In particolare, IREA-CNR si occuperà della stesura del protocollo per la verifica della qualità interna alla produzione e della supervisione della classificazione automatica delle classi LCCS.

Committente: e-geos

Prime contractor: IREA

Periodo di attività: 2016 -2017

Finanziamento IREA:  € 48.346

Responsabili IREA: Mirco Boschetti

Linea di ricerca: Monitoraggio del territorio e dell’ambiente

Letto 83 volte