Maria Consiglia Rasulo

Maria Consiglia Rasulo

Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

On the exploitation and validation of COSMO-SkyMed interferometric SAR data for digital terrain modelling and surface deformation analysis in extensive urban areas

Il progetto, finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) nell’ambito di una “Call” riguardante l’utilizzo di dati Radar ad Apertura Sintetica (SAR) in banda X acquisiti dalla costellazione di sensori SAR Cosmo-SkyMed, si è concentrato sullo sfruttamento delle capacità interferometriche dei sensori SAR della costellazione per l’analisi e la validazione di modelli di elevazione digitale del terreno e per l’analisi ed il monitoraggio delle deformazioni della superficie terrestre in aree urbane estese. 

Committente:  Agenzia Spaziale Italiana

Prime contractorIREA

Periodo di attività: 2010 - 2012

 

Responsabile IREA:

Riccardo Lanari

Personale coinvolto:

atlante geotermicoL’Atlante Geotermico ha l’obiettivo di verificare, localizzare e generare un atlante aggiornato delle risorse geotermiche utilizzabili per la produzione di energia geotermoelettrica nelle Regioni del Mezzogiorno mediante l’utilizzo di metodologie già disponibili e in via di sviluppo. Il progetto è uno dei Sei Progetti del Sud per l'innovazione e lo sviluppo nel Mezzogiorno coordinati dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e finanziati dalla Legge di stabilità 2010.  

L'attività dell'IREA riguarda la generazione di serie temporali di deformazione da sequenze di dati SAR in aree costiere di interesse geotermico e la generazione di mappe a scala regionale e scala locale della variabilità dello stato termico superficiale, riconducibile al potenziale geotermico, derivate da dati da telerilevamento satellitare ottico con particolare riferimento alle bande dell’IR termico.

 

Committente: MIUR

Prime contractor: CNR

Periodo di attività:  2011 - 2014

Finanziamento IREA:   € 77.000

Responsabili IREA: Mariarosaria Manzo, Pietro Tizzani

Attività: Interferometria Differenziale Radar ad Apertura Sintetica

 

 

I-AMICA
Il progetto ha lo scopo di effettuare interventi di adeguamento e rafforzamento infrastrutturale nelle Regioni di Convergenza al fine di promuovere e sviluppare strutture ed attrezzature, quali piattaforme integrate, sensoristica, strumentazione, stazioni di rilevazione ambientale mobili, ecc., utili per il monitoraggio del clima e dell’ambiente nella Regione del Mediterraneo e in altre aree sensibili del Pianeta. L’attività IREA nell’ambito del progetto I-AMICA riguarda: 1) il potenziamento del sistema di elaborazione ed archiviazione dei dati telerilevati per effettuare analisi avanzate in vari scenari di interesse ambientale (monitoraggio di parametri biogeofisici, mappatura dei fenomeni deformativi in aree costiere, studio delle correnti marine); 2) il potenziamento della sensoristica ottica, optoelettronica ed elettromagnetica per il monitoraggio di parametri d’interesse climatico ambientale (temperatura e albedo delle superfici, deformazioni, contenuto d’acqua nel sottosuolo e nella vegetazione, determinazione della stratigrafia e caratterizzazione del sottosuolo, caratterizzazione delle particelle sospese e disciolte in acqua).
 

Committente: MIUR, Programma Operativo Nazionale (PON)

Prime contractorCNR

Periodo di attività: 2012 - 2015

Finanziamento IREA:  € 1.191.000

Responsabile IREA: Mariarosaria Manzo

Attività:  

"Studio degli effetti biologici di basse dosi di I-131 e confronto con individui esposti per motivi occupazionali nell’ambito della medicina nucleare"

Il progetto riguarda lo studio della sensibilità individuale a livello molecolare e cromosomico di basse e alte dosi di radiazioni ionizzanti e non ionizzanti, allo scopo di esaminare l’impatto di esposizioni occupazionali sull’efficienza del riparo del DNA. Sono in corso a) studi a livello molecolare e cellulare in colture di linfociti di soggetti esposti per motivi occupazionali (MRI, raggi X, scintigrafia) e per scopi diagnostici (basse dosi di I-131) e b) studi di laboratorio per valutare se basse dosi di radiazioni ionizzanti o non ionizzanti, presenti negli ambienti di lavoro di interesse, possono modificare le capacità di riparo del DNA ed essere coinvolte in processi protettivi (risposta adattativa) o patologici. 

Committente: Ministero degli affari Esteri, progetti di mobilità, mobilità Italia – Polonia

Prime contractor: CNR - IREA e Istituto di Fisica Nucleare Henryk Niewodniczanski, Dipartimento di Biologia Ambientale e delle Radiazioni, Cracovia, Polonia

Periodo di attività: 2013 - 2015

Responsabile IREA: Maria Rosaria Scarfì

Attività: Bioelettromagnetismo

eceo

L'Agenzia Spaziale Europea (ESA) finanzia e partecipa a diversi progetti per l'utilizzo di piattaforme di Cloud Computing a servizio della scienza, con lo scopo di creare un ecosistema per la condivisione di dati, processori e risultati nel campo dell'Osservazione della Terra. In questo contesto l'IREA, in stretta collaborazione con ESA, partecipa a queste iniziative sia come utente selezionato dei dati ESA sia come creatore di valore aggiunto sui dati stessi, con particolare riferimento all'Interferometria SAR.

E-CEO è un progetto il cui scopo è la creazione di una piattaforma di collaborazione basata su un ambiente di Cloud Computing che, attraverso la definizione e la realizzazione di alcuni “contests” (esercizi), permetta lo sviluppo e l’adozione di nuovi metodi per l’elaborazione e lo sfruttamento dei dati di osservazione della Terra. In particolare, l’IREA-CNR si occuperà della definizione del contest relativo all’interferometria SAR.

La messa a punto di un tool interferometrico automatico e in ambiente di Cloud Computing per il monitoraggio delle deformazioni del suolo ha importanti ricadute non solo sullo sviluppo scientifico, ma anche nel supporto alla gestione del rischio naturale ed antropico.

 
Committente: ESA (European Space Agency)

Prime contractorTerradue UK Ltd

Altri Partners: Uninova (Portogallo), Science and Technology AS (Norvegia), Pixalitics Ltd (Regno Unito)

Periodo di attività: 2013 - 2015

Finanziamento IREA:  € 20.000

Responsabile IREA: Francesco Casu

Attività: Utilizzo di piattaforme cloud per l'elaborazione di dati SAR interferometrici

saber-logo"Satellite Broadband for European Regions"

Il progetto europeo, che impegna 26 partner, ha l’obiettivo di esplorare come i sistemi satellitari possano aiutare a ridurre il divario digitale in Europa, per arrivare a definire le linee guida per utilizzare e diffondere al meglio la banda larga e le relative tecnologie necessarie. Le attività si sono articoleate in tre fasi: dopo una prima analisi delle esperienze delle regioni europee che hanno già utilizzato un sistema satellitare, sono state condivise le informazioni sulle opportunità tecnologiche e sui vincoli normativi dell’Agenda digitale europea 2013; infine sono stati definiti gli obiettivi di breve, medio e lungo periodo nell’utilizzo di questa tecnologia. 

 
Committente: Unione Europea, FP7

Prime contractor: CSI-Piemonte

Periodo di attività: 2012 - 2014

Finanziamento IREA:  € 16.000

Responsabile IREA: Mario Angelo Gomarasca

 

L’obiettivo strategico del progetto è dare un contributo significativo nell’individuare e analizzare innovativi e più sostenibili Sistemi di Produzione del Riso (SPR). Il progetto intende 1) proporre un framework metodologico e tecnologico di strumenti informatici quali a) modelli per la simulazione della crescita, sviluppo e produzione del riso; b) metodiche di geomatica, GIS e telerilevamento per la rappresentazione spaziale e il monitoraggio delle colture; c) modelli multi-agents e bio-economici per l’analisi delle interazioni socio-economiche; d) metodologie di life cycle assessment per la valutazione dell’interazione dei SPR con l’ambiente; 2) testare l’approccio sviluppando applicazioni ad alcuni significativi casi-studio di differente natura e collocazione geografica. Intenzione del gruppo di lavoro è infatti operare sia in Europa (Lomellina e vercellese in Italia, Camargue in Francia), sia in Africa (Madagascar, Sierra Leone con la partecipazione di AfricaRice).

Committente: Agropolis (Fr) / Fond Cariplo

Prime contractor: INRA (Fr)/UniMi

Periodo di attività: 2013 - 2016

Finanziamento IREA: € 74.880

Responsabili IREAMirco Boschetti, Pietro Alessandro Brivio

Lampre2

LAMPRE (Modellazione frana e strumenti per la valutazione della vulnerabilità di preparazione e gestione del recupero ambientale) si propone di migliorare la comprensione attualmente limitata della vulnerabilità dei centri abitati. LAMPRE ha l’obiettivo di sviluppare tecniche innovative di modellizzazione numerica dei processi franosi, basate sull’utilizzo di dati satellitari per l’Osservazioni della Terra (EO) e informazioni tematiche e ambientali.

http://www.lampre-project.eu/

Committente: Unione Europea, FP7

Prime contractor: CNR

Periodo di attività2013 - 2015

Finanziamento IREA: € 120.000

Responsabile IREAPietro Tizzani

medsuvIl progetto, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Settimo Programma Quadro, si pone come obiettivo la realizzazione di uno studio multidisciplinare sul rischio vulcanico nelle aree dell’Italia Meridionale del Monte Etna e della Caldera dei Campi Flegrei, realizzato da un consorzio internazionale composto da enti di ricerca operanti nel settore del Telerilevamento. L’IREA è coinvolta nel progetto e fornirà mappe di deformazione della superficie terrestre mediante dati Radar ad Apertura Sintetica (SAR) acquisiti in banda X. 

 
Committente: Unione Europea, FP7

Prime contractor: Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV)

Periodo di attività: 2013 - 2016

Finanziamento IREA: € 180.000

Responsabile IREAAntonio Pepe

 
 

TerrafirmaScopo del progetto è fornire alle agenzie di protezione civile e agli organismi per la gestione dei rischi naturali supporto nei processi di valutazione e mitigazione del rischio, usando le più innovative tecnologie radar satellitari per la misura delle deformazioni del terreno. Grazie all’utilizzo di questi dati, il progetto fornisce informazioni sul rischio legato ai movimenti del terreno su tutto il territorio dei 27 paesi dell’Unione Europea.

 
Committente: ESA (European Space Agency)

Prime contractor: Altamira Information (Spagna)

Periodo di attività: 2011 -2013

Finanziamento IREA: € 20.000 

Responsabili IREA: Michele Manunta, Eugenio Sansosti

Attività: Interferometria Differenziale Radar ad Apertura Sintetica

 

Pagina 32 di 38

Una delle attività di ricerca irea

Seguici su

                  Immagine twitter          Immagine facebook 

 

                         

Chi è online

 342 visitatori online