- A -


ACCENTUAZIONE A DENTE DI SEGA DEL CONTRASTO
- Sawtooth stretching
- Renforcement linéaire discontinu du contraste
Particolare tipo di accentuazione del contrasto che consiste nel suddividere in piú intervalli la distribuzione dei numeri indice o istogramma dei pixel di una immagine ed espandere linearmente ognuno di questi sull'intero intervallo da 0 a 255 e da 255 a 0 in successione. Viene utilizzato per mettere in evidenza le piccole variazioni all'interno di zone omogenee.

ACCENTUAZIONE DEL CONTRASTO
- Contrast stretching
- Renforcement du contraste
Particolare tipo di trasformazione operata sui numeri indice di una immagine digitale per aumentare il contrasto tra gli elementi di interesse. Essa viene realizzata mediante una redistribuzione, lineare o non lineare, dei numeri indice di un intervallo dell' istogramma, fissato dall'operatore, in modo che i nuovi numeri indice occupino un intervallo più. Questa classe di elaborazioni opera sul contenuto di informazione dell'istogramma, cioè sui valori di radianza, e non sulla geometria dell'immagine.

ACCENTUAZIONE DELL'IMMAGINE
- Image enhancement
- Amélioration d'image
Ogni trasformazione operata sull'immagine che migliora la percezione e l'individuazione di bersagli o categorie di oggetti. Tra queste trasformazioni si possono elencare l'accentuazione del contrasto, l'accentuazione di contorni, il filtraggio, ecc.

ACCENTUAZIONE DI CONTORNI
- Edge enhancement
- Amélioration des contours
Trasformazione di una immagine mediante tecniche analitiche, quali ad esempio un filtro passa-alto, che enfatizzano le variazioni brusche di grigio passando da un pixel a quello vicino. Queste variazioni brusche rappresentano le informazioni ad alta frequenza spaziale dell'immagine. Tale trasformazione produce una immagine più nitida poichè le informazioni ad alta frequenza sono evidenziate dal filtro passa-alato. L'accentuazione dei contorni corregge con una approssimazione del primo ordine la risposta della funzione di trasferimento della modulazione di un sistema che genera immagini digitali (per esempio MSS, TM, ecc.). Infatti, poichè tali sistemi eseguono un campionamento di una funzione continua a intervalli discreti, i piccoli dettagli rappresentanti le informazioni ad alta frequenza si perdono, non potendo essere acquisiti con la stessa precisione delle informazioni a bassa frequenza.

ACCENTUAZIONE LINEARE A PEZZI DEL CONTRASTO
- Linear piecewise stretching
- Renforcement linéaire brisé du contraste
Particolare tipo di accentuazione del contrasto che consiste nel suddividere l'insieme dei numeri indice dei pixel o istogramma di una immagine in più intervalli di interesse e nel trasformare linearmente ogni intervallo in modo da estenderlo o restringerlo.

ACCOMODAMENTO
- Accommodation
- Accommodation
l) Attività fisiologica dell'occhio umano per avere immagini nitide di oggetti a diverse distanze mediante la curvatura del cristallino. 2) Attività fisiologica riflessa e sinergica dei due occhi di una persona quando fissa un punto qualunque situato nel suo campo di vista binoculare, che consiste nel far convergere le due linee di sguardo sul punto esaminato e provocare il relativo accomodamento di ciascun occhio su questo punto. 3) Attività fisiologica condizionata dei due occhi per realizzare la sovrapposizione di due immagini per la visione stereoscopica..

ACQUISIZIONE Dl DATI
- Data acquisition / Data collection
- Acquisition de données / Collecte de données / Prise de données
Vedi: Raccolta di dati.

ACUTANZA
- Acutance
- Acuité
Misura della capacità di un sistema fotografico di percepire nettamente il limite di separazione tra due aree contigue a diversa luminosità. L'acutanza è la misura della nitidezza di una immagine. La percezione soggettiva dell'acutanza, o nitidezza, non sempre corrisponde alla sua misura oggettiva che viene effettuata con tecniche microdensitometriche a scansione. Sinonimo di microcontrasto.

ACUTEZZA VISIVA
- Visual acuity
- Acuité visuelle
Misura della capacità dell'occhio umano di distinguere dettagli nella visione di una scena, detta anche potere separatore dell'occhio. Più esattamente definita come il reciproco dell'angolo minimo, misurato in minuti sessagesimali, sotto il quale due linee sono percepite come distinte. Questo angolo minimo definisce il limite di separazione dell'occhio. Per esempio, una acutezza visiva di 10/10 corrisponde a un limite di separazione oculare di 60", valore tipico per una persona adulta; l'acutezza visiva di un ragazzo varia tra 15/10 e 12/10 corrispondenti rispettivamente a un limite di separazione oculare di 40" e 50". È evidente quindi che aumentando il limite di separazione oculare diminuisce l'acutezza visiva o potere separatore dell'occhio.

ADATTAMENTO
- Adaptation
- Adaptation
Attività fisiologica dell'occhio umano che permette di variare la sua sensibilità in funzione dell'intensità di illuminazione della scena.

ADDESTRAMENTO
- Training
- Entrainement
Nel processo di classificazione è l'atto di dare istruzioni al calcolatore riguardo alle proprietà o firme spettrali di specifiche classi. Vedi: Zona di addestramento .

AEROTRIANGOLAZIONE
- Aerotriangulation
- Aérotriangulation
Triangolazione effettuata con mezzi aerofotogrammetrici per un controllo dell'estensione orizzontale e/o verticale del terreno. In un qualsiasi rilievo aerofotogrammetrico è necessario conoscere le coordinate di in certo numero di punti del terreno per la determinazione della scala dei modelli e per il loro orientamento assoluto. Il termine "aerotriangolazione" indica genericamente qualsiasi procedimento che permetta di collegare tra di loro più modelli, in modo che teoricamente abbiano tutti lo stesso orientamento assoluto e la stessa scala. Vedi: Triangolazione fotografica..

AFELIO
- Aphelion
- Aphélie
Il punto più lontano dal sole nell'orbita ellittica di un oggetto che rivoluziona intorno al sole. La velocità di rivoluzione dell'oggetto è minima in afelio.

ALBEDO
- Albedo
- Albedo
Rapporto tra l'energia elettromagnetica riflessa o diffusa da una superficie e l'energia totale incidente su di essa. Normalmente questo rapporto si esprime come percentuale. Per esempio si assume che la Terra normalmente abbia un'albedo pari al 34%. L'albedo è la riflettività di un corpo confrontata con quella di una superficie posta alla stessa distanza dal sole e perpendicolarmente ad esso e che diffonde tutta la radiazione incidente.

ALBERO DI DECISIONE
- Decision tree
- Arbre de décision
Metodo di descrizione di un processo di decisione, tipico dei processi di classificazione, mediante un albero logico costituito da rami e nodi. Il processo di decisione è così suddiviso in fasi successive in ognuna delle quali la scelta è limitata a poche alternative costituite dai rami che si dipartono da quel nodo.

ALFANUMERICO
- Alphanumeric
- Alphanumérique
Insieme di caratteri costituito da lettere, numeri, segni di interpunzione e simboli speciali, normalmente usato per la rappresentazione di immagini digitali.

ALGORITMO
- Algorithm
- Algorithme
Procedura costituita da un insieme finito di operazioni semplici ordinate in sequenza per raggiungere un risultato determinato. Termine di uso comune nel campo dell'informatica (algoritmo di classificazione automatica, algoritmi di trasformazione di una immagine, ecc.).

ALTEZZA
- Elevation
- Hauteur / Elévation
Distanza verticale tra due punti della superficie terrestre: per esempio l'altezza di una montagna. Da non confondersi con l'altitudine di un oggetto al di fuori della superficie terrestre.

ALTEZZA DEL SOLE
- Sun elevation
- Hauteur du soleil
Data un'immagine prodotta con le tecniche di telerilevamento, è l'angolo formato fra il piano orizzontale passante per il centro dell'immagine e la congiungente il centro dell'immagine col sole Il suo valore può essere compreso fra +90 e -90. Con l'azimut del sole è una delle grandezze che caratterizzano la ripresa di una scena.

ALTITUDINE
- Altitude
- Altitude /Hauteur
Riferita al livello del mare è l'altezza di un qualsiasi oggetto. Normalmente il termine si riferisce ad oggetti staccati dalla superficie terrestre quali aerei, satelliti ecc. Esempio: altitudine o quota di volo, altezza o quota dell'orbita corrispondono all'inglese flight altitude e orbit altitude e al francese altitude de vol, hauteur de vol e altitude de l'orbite, hauteur de l' orbite.

AMBIENTE
- Environment
- Environnement
È l'insieme di condizioni che caratterizzano lo spazio nel quale è immerso un sistema o un dispositivo. Tali condizioni possono essere naturali, artificiali, culturali, ecc. In termini più strettamente tecnici l'ambiente è inteso come l'insieme di condizioni al contorno.

AMPIEZZA
- Amplitude
- Amplitude
Distanza verticale tra il minimo ed il massimo di una forma d'onda (Fig. A1).

AMPLIFICATORE
- Amplifier
- Amplificateur
Dispositivo che permette di avere all'uscita una tensione elettrica più grande di quella in ingresso; il rapporto tra la tensione di uscita e la tensione di ingresso si chiama guadagno.

AMPLIFICAZIONE
- Amplification
- Amplification
Processo nel quale si moltiplica una data grandezza fisica per un fattore prestabilito e costante.

ANAGLIFO
- Anaglyph
- Anaglyphe
Particolare metodo di rappresentazione di immagini, proiettate o stampate con due colori complementari, nel quale, utilizzando dei filtri colorati, ogni occhio vede solo la prospettiva che gli è destinata. In questo modo si ottiene una visione stereoscopica con una tecnica semplice.

ANALISI DELLE COMPONENTI PRINCIPALI
- Principal components analysis
- Analyse des composantes principales
Tecnica matematica di trasformazione di un insieme di dati, spesso usata per minimizzare la ridondanza delle informazioni riducendo la dimensione dei dati. In una ripresa multispettrale le singole bande spesso sono molto correlate fra loro, cioè appaiono simili visivamente o contengono numeri indice poco diversi. Mediante questa trasformazione da un insieme di bande spettrali viene costruito un insieme di nuove variabili, dette componenti, ognuna delle quali risulta non correlata e cioè indipente dalle altre. Le componenti costituiscono un nuovo insieme di dati rappresentabili su assi indipendenti e ortogonali, che interpolano l'insieme dei dati originali in modo che il primo nuovo asse, prima componente principale, contiene la più grande percentuale della varianza totale dell'insieme dei dati originali.
Per esempio: considerando come insieme dei dati originali le 4 bande di una ripresa MSS (insieme di dati di dimensione 4), si possono ottenere 4 componenti principali di cui la prima contiene la maggior parte dell'informazione, e la quarta tende ad esser dominata dal rumore. In tal modo con un insieme di dati di dimensione 3, tralasciando la quarta componente, si ha ancora tutta l'informazione originale, ma senza ridondanza.

ANALISI DI RAGGRUPPAMENTO
- Cluster analysis
- Analyse de groupage
Analisi statistica di un insieme di elementi caratterizzati da vettori di misure a n-componenti, per esempio le n-bande spettrali di un radiometro, per individuare la loro intrinseca tendenza a formare dei grappoli o nuvole nello spazio di misura a n-dimensioni. Per esempio: una scena ripresa in tre bande spettrali diverse può essere concepita come un insieme di vettori-misura a tre componenti. Analizzando l'insieme di tali misure e rappresentandole in uno spazio a tre dimensioni, dove ogni asse corrisponde a una delle bande spettrali, si nota che i punti si dispongono in modo da formare dei grappoli o nuvole. A ogni "nuvola" è associabile concettualmente una categoria o classe (Fig. A2). Vedi: Classificazione, Classificazione guidata, Classificazione non guidata.

ANALISI MULTIVARIATA
- Multivariate analysis
- Analyse multivariée
Un approccio all'analisi dei dati che fa uso di interrelazioni multidimensionali e correlazioni tra dati di tipo diverso per raggiungere una classificazione più accurata. Per esempio dati da telerilevamento, misure di gravimetria e misure chimiche sul terreno vengono manipolati, integrati tra loro e resi compatibili per un trattamento omogeneo.

ANALOGICO
- Analog
- Analogique
Termine riferito alla rappresentazione di un fenomeno fisico, o modello, fatta attraverso una funzione di tipo continuo. Normalmente si usa in contrapposizione a discreto o digitale.

ANGOLO DI APERTURA DEL FASCIO RADAR
- Radar beam angle
- Angle d'ouverture du faisceau radar
Angolo sotto il quale una antenna radar emette e/o riceve il fascio di energia elettromagnetica (Fig. A3).

ANGOLO DI DEPRESSIONE
- Angle of depression
- Angle de dépression
Qualsiasi angolo misurato tra il piano orizzontale passante per l'osservatore e un oggetto al di sotto dell'osservatore. Nella terminologia radar indica l'angolo misurato tra il piano orizzontale passante per l'antenna e la linea del fascio radar che va dall'antenna al bersaglio al suolo (direzione di puntamento). L'angolo di depressione è il complementare dell'angolo di illuminazione (Fig. A5).

ANGOLO DI DERIVA
- Angle of drift
- Angle de dérive
Vedi: Deriva.

ANGOLO DI EMISSIONE
- Emission angle
- Angle d'émission
Angolo misurato nel punto di osservazione tra l'osservatore e la normale alla superficie emittente.

ANGOLO DI FASE
- Phase angle
- Angle de phase
È l'angolo che misura la differenza di fase tra due fenomeni che si ripetono periodicamente con la stessa frequenza. Per un corpo celeste è l'angolo tra il Sole e la Terra con vertice nel corpo stesso. Per un punto sotto osservazione è l'angolo tra la sorgente di radiazione e l'osservatore con vertice nel punto osservato.

ANGOLO DI ILLUMINAZIONE
- Illumination angle
- Angle d'éclairage
Nella terminologia radar è l'angolo misurato tra il raggio del fascio radar e la verticale passante per la sorgente di energia della piattaforma di osservazione. L'angolo di illuminazione è complementare all'angolo di depressione(Fig. A5).

ANGOLO DI INCIDENZA
- Angle of incidence
- Angle d'éclairement
Angolo misurato tra un fascio di radiazione elettromagnetica diretto su una superficie e la normale a quella superficie. Risulta quindi compreso tra 0 e 90 (Fig. A4).

ANGOLO DI INCLINAZIONE
- Angle of tilt
- Angle d'inclinaison
Angolo formato fra la verticale tracciata dal punto stazione e l'asse di ripresa al momento della ripresa. Tale angolo è funzione, al momento della ripresa, dell'assetto di volo della piattaforma di ripresa, cioè delle sue condizioni di beccheggio, imbardata e rollio.

ANGOLO Dl PUNTAMENTO
- Look angle
- Angle de visée
Nella terminologia radar indica l'angolo formato fra la direzione del fascio di radiazione emesso dall'antenna e il piano della superficie investita dal fascio (Fig. A5).
Vedi: Direzione di puntamento.

ANGOLO DI RIFLESSIONE
- Angle of reflection
- Angle de réflexion
Angolo formato dalle onde elettromagnetiche riflesse da una superficie e la normale alla superficie. Tale angolo giace nello stesso piano dell'angolo di incidenza e ha la stessa ampiezza (Fig. A4).

ANGOLO SOLIDO
- Solid angle
- Angle solide
Viene definito come rapporto fra un'area su una superficie sferica e il quadrato del raggio della sfera. L'unità di angolo solido è lo steradiante.

ANGOLO DI VISTA
- Angle of view
- Angle de visée
Per un sensore è l'angolo solido con vertice nel rivelatore che sottende il campo istantaneo di vista (Fig. A6). Per un sistema fotografico è l'angolo solido sotteso dalle linee che passando per il centro della lente (o centro ottico, per un sistema di lenti) raggiungono i quattro cantoni di una lastra fotografica. Nella tecnica radar è l'angolo solido, con vertice nell'antenna, che sottende l'elemento risolto a terra, o cella di risoluzione radar. L'angolo di vista si misura in steradianti.

ANGSTROM
- Angstrom
- Angstrom
Una misura di lunghezza. Il simbolo è A (1 A = 10^^-10 m)

ANOMALIA
- Anomaly
- Anomalie
Area di un'immagine che differisce dall'area circostante. Per esempio: su una termografia il termine anomalia termica indica una zona chiara o scura, causata da diverso comportamento termico di quell'area, che contrasta con il resto dell'immagine.

ANTENNA
- Antenna
- Antenne
Apparecchiatura che trasforma e irradia in forma di energia elettromagnetica i segnali elettrici provenienti da un trasmettitore, oppure che riceve radiazioni elettromagnetiche provenienti da altre sorgenti o antenne e le trasforma in un segnale elettrico per il ricevitore. Spesso nella banda delle microonde (radar) l'antenna che emette radiazioni verso un oggetto è la stessa che riceve la radiazione riflessa dall'oggetto in tempi diversi e alternati.

ANTENNA AD APERTURA REALE
-Real aperture antenna
-Antenne réelle
Vedi : Antenna reale.

ANTENNA AD APERTURA SINTETICA
- Synthetic aperture antenna
- Antenne synthétique
Vedi: Antenna sintetica.

ANTENNA REALE
- Real antenna
- Antenne réelle
Sinonimo di antenna. Nella terminologia radar il termine antenna reale deve la sua origine per contrapposizione a quello di antenna sintetica.

ANTENNA SINTETICA
- Synthetic antenna
- Antenne synthétique
Processo che utilizza in modo particolare i segnali radar ricevuti da un'antenna al fine di simulare i segnali che sarebbero ricevuti se l'antenna avesse dimensioni molto maggiori. Sfruttando questo particolare sistema, per esempio nel caso del satellite SEASAT, con un'antenna la cui lunghezza era di 12 m si sono eseguiti rilevamenti come se la lunghezza dell'antenna fosse di 16 km. Il procedimento consiste nel memorizzare e confrontare i segnali di ritorno dalla superficie investigata, mentre il sistema di riferimento si sposta (antenna che viaggia lungo la linea di volo): sfruttando così l'effetto Doppler si ottiene la maggiorazione delle dimensioni dell'antenna. In conclusione l'antenna sintetica serve per ottenere immagini con una risoluzione nella direzione di azimut maggiore di quella ottenibile con l'antenna reale. In genere maggiori sono le dimensioni d'antenna, migliori sono sia la risoluzione radiometrica che quella geometrica. Vedi: Forza bruta, Storia di fase, Effetto Doppler.

APERTURA
- Aperture
- Ouverture
Il foro del diaframma di un sistema ottico attraverso cui passa la radiazione elettromagnetica. La sua variazione cambia il diametro del fascio di luce incidente, senza influire sulle dimensioni della scena inquadrata e ripresa.

APERTURA EFFETTIVA
- Aperture effective
- Ouverture effective
L'area libera utile del foro del diaframma di un sistema ottico attraverso il quale la luce passa per produrre una immagine sulla pellicola. Quest'area è più piccola dell'area reale del foro a causa degli effetti di diffrazione e curvatura dei raggi vicini ai bordi.

APERTURA RELATIVA
- Aperture relative
- Ouverture relative
Rapporto tra la distanza focale (F) di un obiettivo e il diametro (d) dell'apertura effettiva. Espresso con f = F/d. Detto anche numero f, stop del diaframma.

APOGEO
- Apogee
- Apogée
Il punto più lontano dalla terra nell'orbita elittica di un satellite intorno alla terra. La velocità del satellite è minima nell'apogeo.

AREA DI ADDESTRAMENTO
- Training area
- Zone d'apprentissage / Zone d'entraîonflexenement
Vedi: Zona di addestramento.

ARCHIVIO DI QUICK LOOK
- Browse file
- Archives d'imagettes
Archivio di microfilm e di provini delle immagini da satellite, disponibili presso gli enti distributori, che permette agli utenti di controllarne la qualità prima di ordinarle.

ASSE OTTICO
- Optical axis
- Axe optique
Linea retta che passa per i centri di curvatura delle superfici di una lente (Fig. A6). Per un sistema ottico è la linea formata dagli assi principali degli elementi che compongono il sistema (Fig. A7).

ASSE PRINCIPALE
- Principal axis
- Axe principal
Vedi: Asse ottico.

ASSETTO
- Trim
- Assiette
Per una piattaforma di osservazione è l'effetto del movimento di rollio. Questo angolo si misura nel piano Y, Z e il suo simbolo è w . Vedi: Assetto di volo

ASSETTO DI VOLO
- Attitude
- Assiette de vol
Per una piattaforma di osservazione (aereo o satellite) indica l'orientamento angolare rispetto a un sistema di coordinate di riferimento (Fig. A8). Come sistema di riferimento si definisce una terna di assi cartesiani con origine nella piattaforma e dove l' asse X è la tangente alla linea di volo o traiettoria, l'asse Z è la verticale e l'asse Y è la perpendicolare agli altri due. I parametri per definire l'assetto di volo di una piattaforma sono:
Parametri di assetto
Velocità angolare Asse di rotazione Angolo di rotazione Piano di misura
Rollio X w - Assetto Y,Z
Beccheggio Y j - Inclinazione X,Z
Imbardata Z k - Deriva X,Y

ASSORBANZA
- Absorptance
- Absorptance
Vedi: Fattore di assorbimento.

ASSORBANZA SPETTRALE
- Spectral absorptance
- Absorptance spectrale
Vedi: Fattore di assorbimento spettrale.

ASSORBIMENTO
- Absorption
- Absorption
Processo fisico nel quale una radiazione che colpisce un materiale viene assorbita e trasformata in un altro tipo di energia, spesso in energia termica.

ASSORBIMENTO ATMOSFERICO
- Atmospheric absorption
- Absorption atmosphérique
Assorbimento in cui il mezzo assorbente è costituito dall'atmosfera.
Vedi: Finestre atmosferiche, Banda di assorbimento.

ASSORBIMENTO SELETTIVO
- Selective absorption
- Absorption sélective Assorbimento nel quale il fattore di assorbimento varia al variare della lunghezza d'onda dell'energia elettromagnetica.

ASSORBIMENTO SPETTRALE
- Spectral absorption
- Absorption spectrale
Vedi: Assorbimento selettivo.

ASSORBIVITA'
- Absorptivity
- Absorptivité
Proprietà caratteristica di un materiale di assorbire tutta l'energia incidente non riflessa e non trasmessa. L'assorbività è il fattore di assorbimento di un mezzo che ha una superficie speculare (otticamente liscia, piana) e che è sufficientemente spesso da essere opaco e permettere quindi che l'assorbimento sia completo. Il simbolo è a.

ASSORBIVITA' SPETTRALE
- Spectral absorptivity
- Absorptivité spectrale
È l'assorbività quando ci si riferisce a un determinato intervallo di lunghezza d'onda della radiazione incidente.

ATTENUAZIONE
- Attenuation
- Atténuation
Diminuzione della densità di flusso di un fascio di raggi paralleli di energia raggiante all'aumentare della distanza dalla sorgente. Tale fenomeno può dipendere dalla diffusione o dalla rifrazione, nel passaggio da un mezzo ad un altro, oppure dall'assorbimento nell'attraversamento di uno stesso mezzo.

ATTENUAZIONE ATMOSFERICA
- Atmospheric attenuation
- Atténuation atmosphérique
Riduzione dell'intensità della radiazione viaggiante attraverso l'atmosfera, sia dalla sorgente a una superficie sia da una superficie al sensore, a causa del fenomeno di assorbimento e/o di diffusione.

ATTINICO
- Actinic
- Actinique
Termine che si riferisce alla capacità di una radiazione elettromagnetica di provocare una trasformazione fisica o chimica nei materiali a questa esposti. La radiazione elettromagnetica ultravioletta è considerata la più fortemente attinica: influisce sulle emulsioni fotografiche, può provocare azioni dinamiche ed è responsabile delle bruciature solari sulla pelle.

AVHRR
- AVHRR / Advanced Very High Resolution Radiometer
- AVHRR
Sigla che identifica il particolare sistema di ripresa utilizzato a bordo dei satelliti della serie NOAA. è uno scanner meccanico che realizza la ripresa della scena trasversalmente rispetto al movimento della piattaforma. L'angolo totale di vista è di +56 rispetto al nadir, corrispondente a una larghezza di strisciata di 2600 km; la risoluzione a terra, cioè la dimensione del pixel, è di 1.1 km al nadir. Le bande spettrali di funzionamento sono 5:
canale 1 : 0.58 - 0.68 micron (arancio, rosso) utile per la mappatura della copertura nuvolosa durante il giorno
canale 2 : 0.725 - 1.1 micron (infrarosso riflesso) utile per la delimitazione dei corpi idrici e lo studio della fusione dei ghiacci e delle nevi
canale 3 : 3.55 - 3.93 micron (infrarosso medio) utile per la misura della temperatura superficiale del mare e la mappatura della copertura nuvolosa durante la notte
canale 4 : 10.30 - 11.30 micron (infrarosso termico)
canale 5 : 11.50 - 12.50 micron (infrarosso termico) utili per la misura della temperatura superficiale del mare in 2 bande vicine, e per la mappatura della copertura nuvolosa diurna e notturna.
I canali 1 e 2 sono molto usati principalmente per studio sullo stato fenologico della vegetazione (Indice di vegetazione della differenza normalizzata). Il canale 5 non è presente sul satellite NOAA-6, per il quale lo strumento di ripresa è lo scanner AVHRR.

AZIMUT
- Azimuth
- Azimut
Dato un punto o un oggetto da osservare, l'azimut è l'angolo, con vertice nell'osservatore, formato dalla congiungente l'osservatore con il punto e l'osservatore con il nord geografico. Tale angolo si misura in senso orario e il suo valore è compreso fra 0 e 360.

AZIMUT DEL SOLE
- Sun azimuth
- Azimut du soleil
Normalmente, data una immagine prodotta con le tecniche di telerilevamento, è l'angolo formato tra il sole e il nord, con vertice nel centro dell'immagine. Tale angolo si misura in senso orario e il suo valore è compreso fra 0 e 360. Con l'altezza del sole è una delle grandezze che caratterizzano l'illuminazione di una scena e quindi le condizioni della ripresa.